CAMMINARE PER LA VITA

16 settembre h 17 – TREVISO

INSIEME POSSIAMO FARE COSE STRAORDINARIE

“Tu sei famosissima, io conosco una marea di gente. Perché non facciamo qualcosa di buono ?”

Paolo Ruggiu, Agente di Commercio, e Deborah Compagnoni, ex sciatrice azzurra, partono da questa frase davanti ad un caffè e di lì a poco nasce quella che oggi è CAMMINARE PER LA VITA.

 

Si tratta di una semplice Camminata benefica che ha lo scopo di devolvere la quota di partecipazione ( 5 euro) INTERAMENTE a LA CITTA’ DELLA SPERANZA di Padova, Centro di elezione per la ricerca e la cura delle leucemie infantili.

 

Ricapitolando: facciamo del bene a noi che ci muoviamo e aiutiamo i bambini che purtroppo sono in grandissima difficoltà.

Chi non vorrebbe farlo?

Siamo già in tantissimi al fianco del Nostro Collega, certo un po’ per cameratismo, ma soprattutto per dimostrare che abbiamo un cuore talmente grande che arriva sino a “Padova” !!

 

#noicisiamo, insieme ad amici e parenti, a famosissimi volti dello Sport, a Radio e sigle TV.

Siamo tante gocce, insieme possiamo essere mare.  E fare una marea di bene !!!

Z

16 settembre h. 17

A Treviso, partenza dal Bastione delle Mura, Porta SS.Quaranta

Un percorso di 8 km all’interno del Centro Storico della città, accessibile a chiunque, o a scelta uno di 4 km

Il contributo di partecipazione  è di 5€ (gratis sotto gli 8 anni), interamente devoluto alla Città della Speranza

LA CITTA’ DELLA SPERANZA

Sapete che solo in Veneto perdiamo ogni anno, per tumori infantili, due classi di scuola elementare?

Che ogni anno in Italia si ammalano di tumore dai 400 ai 500 bambini?

Che alcuni tumori che colpivano prevalentemente bambini, oggi colpiscono sempre più ragazzi in età adolescenziale?

MA sapete ANCHE che grazie alla RICERCA il tasso di guarigione dei tumori infantili è passato dal 20% degli Anni Settanta all’80/85% di oggi ?

LA CITTA’ DELLA SPERANZA nasce nel 1994 proprio con questo scopo: sconfiggere tutte le malattie pediatriche. In pochissimi anni è diventato polo europeo d’eccellenza per ricerca, diagnosi, protocollo di cura.

Chi pensa che non possiamo fare nulla da soli si sbaglia. Chi pensa che il nostro contributo perchè piccolo sia inutile, si sbaglia. Grazie a chi vince questa idea, il tasso di sopravvivenza per le leucemie infantili è dell’85%.

Per maggiori info

 

Share This

Condividi questo post con i tuoi amici e colleghi!

Continuando la visualizzazione del sito, acconsenti all'utilizzo dei Cookies. Ulteriori informazioni

Le modalità d'uso dei Cookies di questo sito sono impostate su "permetti Cookies" per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'uso di questo sito senza cambiare le tue impostazioni dei Cookies o fai click su sul pulsante "Accetta" allora stai acconsentendo a questo.

Chiudi