Provvigioni: quando vanno pagate

La liquidazione delle provvigioni deve avvenire, salvo i rari casi di accordi diversi più brevi, al termine di ogni trimestre.

Ricordiamo alcuni passaggi, utili anche per chi opera da anni, essenziali ed imprescindibili.

La preponente, per legge, deve consegnare all’agente un estratto conto delle provvigioni dovute al più tardi l’ultimo giorno del mese successivo al trimestre nel corso del quale esse sono maturate.

La liquidazione delle provvigioni deve avvenire:

– 1° trimestre entro il 30 aprile;

– 2° trimestre entro il 31 luglio;

– 3° trimestre entro il 31 ottobre;

– 4° trimestre entro il 31 gennaio dell’anno successivo.

 

Entro trenta giorni dalla scadenza del trimestre considerato, deve essere inviato all’agente il conto delle provvigioni (attraverso l’invio dell’Estratto Conto), nonché il relativo importo, con l’adempimento delle formalità richieste dalle vigenti norme fiscali.

Qualora l’agente non sollevi contestazioni entro trenta giorni dal ricevimento del conto, questo si intenderà definitivamente approvato.

In caso di contestazione, le eventuali ulteriori somme dovranno essere versate non oltre trenta giorni dalla definizione della controversia.

Ricordiamoci che la preponente che ritardi il pagamento delle somme dovute di oltre quindici giorni, è tenuta a versare all’ agente, per ogni giorno di ritardo, gli interessi in misura pari al tasso ufficiale.

Share This

Condividi questo post con i tuoi amici e colleghi!

Continuando la visualizzazione del sito, acconsenti all'utilizzo dei Cookies. Ulteriori informazioni

Le modalità d'uso dei Cookies di questo sito sono impostate su "permetti Cookies" per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'uso di questo sito senza cambiare le tue impostazioni dei Cookies o fai click su sul pulsante "Accetta" allora stai acconsentendo a questo.

Chiudi